Idroelettrico

Post recenti

Telfer. Richiesta l’emissione di un atto di autotutela

Telfer: "Salvatemi!"

Telfer: “Salvatemi!”

Telfer, il Centro studi Malfatti, a firma del suo Presidente Edoardo Mazzocchi, ha chiesto al Comune di Terni la emissione di un atto di autotutela al fine di revocare le delibere di Giunta con le quali è stato stabilito lo smantellamento della passerell dell’ex elettrochimico di Papigno, in quanto il provvedimento sarebbe finanziato con un mutuo contratto con la Cassa Depositi e Prestiti, in violazione delle norme che impediscono di impiegare fonti di finanziamento da mutui per operazioni di demolizione, dovendosi destinare le stesse alle sole spese di investimento, atte cioè ad aumentare il patrimonio netto, non a diminuirlo attraverso distruzioni.
Ricordiamo inoltre che a settembre 2014 la Soprintendenza per i beni Storici dell’Umbria ha avviato le procedure per il vincolo dell’intera area industriale di Papigno, in conseguenza delle quali non si capisce come il Comune di Terni potrebbe procedere alla distruzione, piuttosto che alla manutenzione mediante sostituzione delle parti strutturali usurate.
In proposito è utile ricordare come per la manutenzione di tutti i più grandi manufatti metallici del mondo, come ponti, torri e passerelle, gli enti proprietari eseguono una costante e scrupolosa manutenzione, fatta di sostituzioni di parti, protezione mediante verniciatura e controlli meccanici (torre Eiffel, Forth Bridge, ponte di Brooklyn ecc.).
Il Centro Studi ha inoltre diffidato il Comune di Terni a mettere immediatamente in sicurezza l’area sottostante la passerella Telfer mediante l’adozione di ogni tipo di intervento atto a preservare la pubblica incolumità, prevedendo, in collaborazione con la Provincia di Terni, l’interruzione della circolazione sulla strada sottostante fino alla avvenuta messa in sicurezza, in quanto se davvero il manufatto rappresenta, dal 2009, un pericolo tale da imporre lo smantellamento, non si comprende come i responsabili siano stati così imprudenti da non pensare alla incolumità di chi circola in quella strada o frequenta quel luogo per gli sport legati al fiume.
Ultimo elemento di riflessione, ma forse non per importanza, sarebbe abbastanza intelligente lasciare in piedi tutto ciò che potrebbe, in un futuro molto prossimo, contribuire a diversificare l’economia del comprensorio … nel caso “la fabbrica” dovesse chiudere o ridimensionarsi notevolmente. Non si vivrà di soli ipermercati.

Cordiali saluti

Segreteria
Centro Studi “F. M. Malfatti” – Terni

Download (PDF, 180KB)

Giornata Mondiale del Diabete 2014 in Italia. Una piccola riflessione.

Amici, per una volta non parliamo di storia, di archeologia industriale, ma di qualcosa decisamente più serio e importante. In Italia ci sono oltre 3 milioni di persone diabetiche, numero che probabilmente toccherà 5 milioni nel 2030. Secondo i dati Istat 2013, in Italia il diabete interessa il 5,4% della popolazione, magari non lo sapete, ma la persona che vi sta accanto è affetta da questa patologia. Nonostante i progressi fatti dalla medicina, la terapia insulinica rimane allo stato attuale la principale via per contrastare la cosiddetta forma “tipo 1″ di diabete, ma il sostegno psicologico e una corretta alimentazione basata sul corretto uso degli indici glicemici sono aspetti parimenti fondamentali. L’ignoranza dell’animo, non quella culturale, in questi casi è il nemico peggiore e a dispetto delle belle parole contenute nella Dichiarazione di Saint Vincent, la strada per una vera tutela del cittadino italiano diabetico nel mondo del lavoro è ancora lunga da compiere. Lo Stato italiano potrebbe iniziare a fare qualcosa di davvero concreto, magari promuovendo degli sgravi fiscali al fine di incentivare l’attività fisica, altro nodo fondamentale per chi è affetto, limitando gli altissimi costi sociali e le sofferenze cagionate da questa malattia, di cui godono solo gli altissimi introiti delle case farmaceutiche.

Giornata Mondiale del Diabete 2014 in Italia

Giornata Mondiale del Diabete 2014 in Italia

Continua a leggere »

Consiglio comunale di Terni del 20/10/2014 sulla Telfer

Terni. Video del Consiglio comunale del 20/10/2014. Votazione dell’atto di indirizzo sulla demolizione della passerella Telfer di Papigno.

Intervista al sindaco di Assisi Claudio Ricci sul sito di Papigno

Immagine anteprima YouTube

Telfer, così pericolosa che la strada non è mai stata chiusa al traffico!

Corriere dell'Umbria 21-10-2014, pag. 41

Corriere dell’Umbria 21-10-2014, pag. 41