Pensare in grande. Lo stile di Gino Papuli in un intervento del 1996 sul sito industriale dismesso di Papigno (TR)

Ripubblichiamo un intervento dell’ingegner Gino Papuli nel convegno organizzato dal CESTRES di Terni nel 1996, dal titolo Dibattito su Papigno, un incontro sulle ipotesi di riuso del sito industriale dismesso dell’ex stabilimento elettrochimico di Papigno costruito agli inizi del Novecento dalla Società Italiana del Carburo di Calcio e Acetilene e Altri Gas.

Due sono gli elementi che il lettore potrà particolarmente apprezzare e valutare come straordinariamente attuali: la considerazione che il sito industriale di Papigno rappresenta “una rarissima concentrazione di attività tecniche, l‘idraulica, l’elettrica, la mineraria, la chimica, la meccanica … che si esprimono attraverso… le centrali, i capannoni, le passerelle” e “il problema di Papigno è grande e va pensato in grande… senza mai perdere di vista la salvaguardia della memoria dell’industrializzazione … senza danneggiare le sue singole espressioni residue”.

Elettrochimico d Papigno

Elettrochimico d Papigno

Continua a leggere

Concorso Fotografico ITALIAN LIBERTY

Italian Liberty comsta

Concorso Fotografico ITALIAN LIBERTY

Comunicato stampa

 

Visto il grande successo del I° Concorso Fotografico, sull’arte e l’architettura Liberty, anche quest’anno, dal 3 marzo al 31 ottobre 2014 ITALIAN LIBERTY vedrà la sua seconda edizione.

Si tratta di un concorso che rientra all’interno del progetto Italia Liberty (www.italialiberty.it), iniziativa nata con l’intenzione di censire il patrimonio architettonico nella penisola tra fine ‘800 e inizi ‘900 legato al Liberty e all’Art Déco.

Il Concorso è aperto a tutti, professionisti e dilettanti, ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, a tutti gli amanti della bellezza e dei valori di cui il Liberty è portatore.

La direzione artistica e l’ideazione è a firma di Andrea Speziali, l’organizzazione e la segreteria di progetto a cui rivolgersi è  Aitm Art di Torino.

Italian Liberty è senza fini di lucro, si svolge sul territorio nazionale con lo scopo di rivalutare la corrente artistica sviluppatasi tra fine ‘800 e inizi ‘900 in tutta Europa.

Ogni concorrente può partecipare con 30 fotografie attinenti al tema del LibertyArt NouveauJugendstilSecessione Viennese (Sezessionstil) o Modern Style.

I soggetti ritratti in foto possono variare dall’insieme al dettaglio. Sono accettate le svariate sfaccettature di questa corrente artistica nell’ambito architettonico, delle arti grafiche, arti applicate, pittura e scultura.

Il II° Concorso Fotografico Italian Liberty mette in palio 12 premi, tra i quali, soggiorni in lussuosi hotel, pregiati volumi d’arte, abbonamenti a riviste del settore, ingressi per mostre di alto livello ed altro ancora.

Le foto dei concorrenti godono della possibilità di entrare nel progetto di una collana editoriale sul tema del Liberty, suddivisa per regioni.
Le 12 fotografie dei vincitori saranno promosse sul web e utilizzate per il calendario fotografico 2015 no profit.

E’ possibile tenersi aggiornati sugli sviluppi, consultando la pagina ufficiale del concorso: www.italialiberty.it/concorsofotografico iscrivendosi anche alla newsletter.

Aggiornamenti in tempo reale anche nella pagina facebook ufficiale, digitando l’indirizzo web: www.facebook.com/Italianliberty

Il Concorso è patrocinato dal portale della cultura italiana Cultura Italia (Mibact), dal progetto europeo PartagePlus, dall’ENIT, Agenzia Nazionale del Turismo e dalla Fondazione Cassa dei Risparmio di Forlì, in collaborazione con la mostra ‘‘Liberty.  Uno stile per l’Italia moderna’’.

L’iniziativa vanta come partner il Touring Club Italiano.

Il Concorso Fotografico ITALIAN LIBERTY sostiene e promuove la città di Ravenna come “Capitale Europea della Cultura” per il 2019, dopo essere stata per tre volte capitale del mondo antico e inoltre promuove il “Museo dello Sport di Torino” per evitarne la sua chiusura.

Per chi volesse approfondire il tema, un’amplia galleria fotografica sul sito www.italialiberty.it consente di scoprire un museo a cielo aperto di ville e palazzi, segnando quella che fu chiamata Belle Èpoque.

INFORMAZIONI

2° Concorso Fotografico ITALIAN LIBERTY
3 marzo – 31 ottobre 2014
Iscrizione gratuita

12 premi in palio

Luogo: territorio nazionale

concorso@italialiberty.it
www.italialiberty.it

Tel. (+39) 011 207 234 7
Organizzatore e segreteria di progetto: Aitm Art

Direttore Artistico: Andrea Speziali

Inaugurata la Sottostazione Elettrica del Porto vecchio di Trieste

Articolo pubblicato per gentile concessione di InformaTrieste

Sottostazione elettrica del Porto Vecchio Trieste (interno)

Sottostazione elettrica del Porto Vecchio Trieste (interno)

INAUGURATA ALLA PRESENZA DEL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DELL’AMBIENTE, BARBARA DEGANI, LA SOTTOSTAZIONE ELETTRICA DEL PORTO VECCHIO DI TRIESTE

Con l’inaugurazione odierna della Sottostazione Elettrica l’Autorità Portuale di Trieste aggiunge un ulteriore tassello per far rivivere l’inestimabile patrimonio culturale del Porto Vecchio con i suoi numerosi esempi di archeologia portuale.

Un evento ricompreso all’interno delle Giornate Fai di primavera a Trieste e al quale ha presenziato il sottosegretario al ministero dell’Ambiente, Barbara Degani e numerose autorità civili, militari e religiose cittadine, tra le quali il Prefetto, Francesca Adelaide Garufi, la presidente della Provincia, Maria Teresa Bassa Poropat, l’arcivescovo di Trieste, Giampaolo Crepaldi .

«Siamo impegnati – ha affermato la presidente dell’Apt, Marina Monassi – nella conservazione e nel restauro di questo comprensorio prezioso per la città e che ha attirato l’interesse di studiosi provenienti da diverse parti d’Europa. Con il recupero dei magazzini n.1 e n.26, della Centrale Idrodinamica e ora della Sottostazione Elettrica abbiamo raggiunto traguardi insperati fino a pochi anni or sono. E se da un lato siamo impegnati ad offrire alla città un Polo Museale del Porto accessibile alla popolazione in manufatti dell’antico scalo rivitalizzati, dall’altra siamo in una importante fase per il riuso dell’intero comprensorio. Un comprensorio che immaginiamo utilizzato nel rispetto dell’ambiente, con tecnologie innovative, strutture ecocompatibili, in linea con il Porto Nuovo commerciale impegnato a tutti i livelli nel percorso per l’ottenimento della certificazione ambientale europea Emas. Un percorso – conclude Marina Monassi – che è parte di una pianificazione strategica volta ad arrivare a uno scalo commerciale rispettoso dell’ambiente, a un “riuso green” del Porto Vecchio in un ideale collegamento con quella Riserva Naturale Marina di Miramare già considerata autentica perla dell’ecosistema marino dell’Alto Adriatico».

Continua a leggere

Italian Liberty

Italian Liberty

2° Concorso Fotografico

Museo del Ferro

Museo del Ferro

Ex Officine Rubino di Netro (BI)

Sostienici!

Social

facebooktwittergoogle+youtube

Canale YouTube

Sergio Dotto

Sergio Dotto

L'acqua motore dell'industria

Aldebrano Micheli

Aldebrano Micheli

La Regia Fabbrica d'Armi di Terni e le sue Armi

Danilo Stentella

Danilo Stentella

L'azienda elettrica del Comune di Terni

Per informazioni: Libreria Alterocca, tel. 0744/409201, corso Tacito 20, Terni, libreria.alterocca@gmail.com

Call for papers

Call for papers

Inviaci i tuoi articoli

Call for photos

Call for photos

Inviaci le tue fotografie

Centro Studi Malfatti

Centro Studi Malfatti

www.centrostudimalfatti.org