Home » Approfondimenti » Energia elettrica » Diga del Salto (RI)
DigaSalto

Diga del Salto (RI)

DigaSalto

La diga a gravità, alta 108 metri, fu costruita dalla Società Terni nel 1940 mediante sbarramento del fiume Salto allo scopo di realizzare l’invasamento della valle del Cicolano. Il bacino, della capacità di 280 milioni di metri cubi, è collegato a quello del Turano mediante un canale artificiale lungo circa 9 km e del diametro di 2,5 m scavato nel monte Navegna. Le acque alimentavano con una portata di 35 mc/s due gruppi installati nella centrale di Cotilia da 30.000 kW grazie ad una galleria forzata del diametro di 4 m, con uno sviluppo di 11,8 km. La costruzione di questo impianto, iniziata nel 1940, fu completata solo dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale. Interessante notare che le suddette turbine erano di tipo reversibile, ovvero potevano fungere anche da pompe, purtroppo smantellate nei lavori che hanno interessato numerose centrali del bacino Nera-Velino a partire dal 2008.

Controlla anche

Subterranea

Subterranea, video realizzato per il Convegno “Energia e ambiente”, in occasione della Settimana Nazionale della …

Acciaierie di Terni 1884-2014 (130 anni)

130 anni delle Acciaierie di Terni. Video celebrativo realizzato con cartoline dei primi anni del …

Video Flashmob Telfer 12/01/2014

Flashmob fotografico “La memoria prima della distruzione” in favore della preservazione della passerella Telfer dell’ex …

La diga di Santa Chiara sul fiume Tirso e il lago Omodeo, 1924-1997 (OR)

Lo sbarramento, denominato diga di Santa Chiara, fu realizzato dalla Società Imprese Idrauliche ed Elettriche …