StatiGenerali00

La riunione preparatoria degli stati generali dell’archeologia industriale, svoltasi nel pomeriggio del 21 settembre 2012, promossa del Prof. Renato Covino si è rivelato un proficuo incontro in cui vari soggetti dell’associazionismo locale hanno manifestato interesse positivo nei confronti di un prossimo incontro di più ampio respiro, i cosiddetti stati generali, da tenersi entro la fine di ottobre. Segno che vi è una diffusa sensibilità verso la storia industriale, i vecchi siti produttivi, gli archivi, gli impianti e il paesaggio urbano industriale, cui ha fatto da contraltare la totale assenza delle istituzioni locali, puntualmente convocate dal prestigioso professore e che invece hanno ritenuto opportuno non presenziare, forse perché i problemi delle aree industriali dismesse ufficialmente non devono esistere, come se il furto dei macchinari Alterocca, Bosco e Centurini a Papigno non sia mai avvenuto. All’opera più che decennale svolta da ICSIM e AIPAI e dal CESTRES negli anni Ottanta, si sono aggiunti oggi i contributi delle associazioni, univoca consapevolezza di avere una meravigliosa opportunità, un bellissimo museo a cielo aperto che sta inesorabilmente scomparendo.

Il 13 maggio 2009 il Corriere dell’Umbria pubblicava questo articolo. Siamo passati dalla rinascita (mai avvenuta) della SNIA all’assenza di ieri.

CorriereUmbriaSNIA 13-05-2009 DiGirolamo