da: Il Corriere dell’Umbria del 24 marzo 2009

2

Qualcuno, sei anni fa, aveva già lanciato l’allarme… (da il Giornale dell’Umbria, 2003)

1

Come al solito il rispetto per l’ambiente e l’archeologia industriale sono al primo posto, non c’è che dire. Presto daremo addio ad un angolo in cui storia della produzione di energia elettrica e natura convivono, siamo davvero curiosi di vedere quale sarà la tutela dei numerosi ponticelli di servizio che attraversano longitudinalmente la trincea della condotta forzata e quella relativa alla vasca di carica della vecchia centrale di Terni.