Home » Notizie » 2011 » 18/04/2011 Interrogazione ex stabilimento di Papigno

18/04/2011 Interrogazione ex stabilimento di Papigno

INTERROGAZIONE

  • Al Sindaco di Terni
  • All’Assessore di Competenza
  • Al Presidente del Consiglio Comunale
  • Alla Segreteria Generale

Oggetto: Ex stabilimento di Papigno – Tutela della Sala Claude e del reparto compressori

Premesso

  • Che la Sala Claude ed il reparto compressori presenti all’nterno dell’ex stabilimento elettrochimico di Papigno costituisccono il nucleo che il Comune di Terni intende destinare al museo di archeologia industriale;
  • Che il complesso di questi compressori insieme alle altre cabine idroelettriche dismesse sono un patrimonio di straordinario valore dell’archeologia industriale;

Considerato

  • Che alla fine dell’anno è previsto l’intervento di bonifica ambientale del sito finanziato dal Ministero dell’Ambiente e inserito nel bilancio di previsione del Comune di Terni; Che esiste il rischio concreto che alcuni di questi macchinari vengano distrutti perchè non vi sarebbero ipotesi di recupero, perdendo così di fatto quello che possiamo considerare come una delle memorie storiche del lavoro a Terni;
  • Che l’area è stata ed è oggetto di saccheggi e distruzioni da parte dei ladri di rame e materiali metallici, i quali distruggono deliberatamente gli involucri del macchinario, in particolare degli imponenti e antichi generatori, si veda l’ultimo arresto operato dai Carabinieri di Terni il 09/04/2011, ultimo di una lunga serie;

Il sottoscritto Consigliere Comunale Sandro Piccinini (Gruppo PD) Chiede al Sindaco e alla Giunta

  • Di intensificare i servizi di sorveglianza dell’area da parte della Polizia Municipale, impiegando eventualmente l’U. O. di Guardia Campestre, acquisendo in primis le informazioni necessarie ad identificare i possibili punti di ingresso non autorizzato;
  • Di porre la massima attenzione al momento dell’inizio dei lavori di bonifica del sito affinchè queste importanti attrezzature vengano recuperate e conservate nel migliore dei modi al fine di riutilizzarle nel museo dell’archeologia industriale;
  • Di chiedere, qual’ora non si sia già proceduto in tal senso, l’apposizione di tutti quei vincoli destinati al patrimonio di archeologia industriale atti a preservare l’integrità di questo preziosissimo materiale testimone della prima industrializzazione del Paese, sforzo per il quale la nostra città ha svolto un ruolo fondamentale di grandissimo rilievo, come documentato da una vastissima bibliografia.

Controlla anche

Il Messaggero 07-10-2014 p. 44

Telfer, via alla demolizione strada chiusa una settimana

Il Messaggero 18-09-2014 - PAG. 53

La Telfer in Parlamento

Il Movimento 5 Stelle presenta una interrogazione in Senato sulla Telfer

Legislatura 17 Atto di Sindacato Ispettivo n° 3-01210 Atto n. 3-01210 (con carattere d’urgenza) Pubblicato il …

Atto di indirizzo sito industriale dismesso Papigno – passerella TELFER

Pubblico di seguito il testo di un atto di indirizzo che ho presentato ieri in …