Home » Musei monumenti e parchi » Italia » Museo della ghisa di Longiano (FC)

Museo della ghisa di Longiano (FC)

Il museo ha sede nel comune di Longiano (FC), è stato inaugurato il 20 giugno 1998, ha sede nell’antica chiesa di Santa Maria delle Lacrime, edificio del 1772 realizzato su un preesistente edificio di culto del 1506 che deve il suo nome alla presenza di un’immagine della Madonna che il 2 marzo del 1506 incominciò a trasudare liquido, suscitando la devozione popolare. L’immagine è oggi conservata al Museo di Arte Sacra (Oratorio San Giuseppe, Longiano).
Il Museo è un centro di ricerca sull’arredo urbano, sullo studio delle sue forme e delle sue espressioni in 150 anni di storia. Oltre ad un vastissimo archivio di documenti inerenti la progettazione e la realizzazione dei modelli prodotti in Italia fra l’Ottocento e il Novecento, la sede offre una raccolta di importanti reperti, notevoli per dimensioni e plasticità.
La collezione dei manufatti viene continuamente implementata grazie alla collaborazione con gli enti locali, che da anni sostengono il progetto del Museo destinandogli, mediante atti di donazione, elementi di arredo urbano ormai dismessi, i quali, benché danneggiati dall’usura, dagli agenti atmosferici e talvolta anche da interventi di restauro inadeguati, conservano l’impronta dell’epoca in cui sono stati prodotti, rivestendo un grande interesse, sotto il profilo tecnico ed estetico. Il reperimento dei manufatti sul territorio è la principale attività del Museo, il quale si prende cura della inventariazione e della catalogazione tramite una apposita scheda.
L’opera di catalogazione documenta l’attività di fonderie che in passato erano numerose e molto attive, oggi scomparse, il cui patrimonio artistico è andato per lo più disperso e che il Museo cerca di ricostituire. La raccolta fotografica descrive l’elemento in ghisa nel pieno della sua funzionalità, cosi come appariva quando era collocato in una piazza o in una strada o fungeva da complemento di un’architettura. La collezione dei manufatti e il materiale d’archivio costituiscono la materia prima per l’attività di ricerca del Museo che viene pubblicata nella rivista Arredo & Città, questa viene pubblicata semestralmente fin dal 1988, dal 1995 nella versione italiano/inglese. Proprio attorno al tema della progettazione di spazi urbani più vivibili ed esteticamente accattivanti si concentra da sempre l’attenzione della rivista, che nell’ambito delle attività del Museo costituisce il punto di collegamento più forte tra la lunga tradizione della lavorazione della ghisa e l’attualità.
I progetti di ricerca vengono sostenuti da La Neri S.p.A., azienda sponsor del Museo, in un contesto di felice ed illuminata commistione tra impresa e cultura.Le immagini sono tratte dalla rivista “Arredo & Città”, Anno II, n. 2, 1998, pagine varie.

 

Controlla anche

Museo dell’Energia Elettrica di Cedegolo (BS)

Stampa

Cento anni di Perugina

[youtube width=”480″ height=”360″]http://www.youtube.com/watch?v=xN6lmPGhM3E[/youtube] Stampa

Fonderie Bernardini 1

La demolizione delle Fonderie Bernardini

La fonderia, nata nel 1947, occupava un’area di 5.000 metri quadrati, dei quali metà coperti …

Video: Museo della ferrovia Spoleto-Norcia

[vimeo width=”640″ height=”480″]https://vimeo.com/111305704[/vimeo]   Stampa