La Cartiera Abramo Sordini e Figli, situata all’ingresso dell’abitato di Pale, nel comune di Foligno, iniziò la sua attività nel 1869, tuttavia risulta che i Sordini fabbricassero carta nel piccolo borgo umbro fin dal XVIII secolo. Nel 1929 l’aumento della richiesta di carta rese necessario l’ampliamento di altri edifici per un totale di 2.000 m2 di superficie e della piccola centrale idroelettrica, su progetto dell’ing. Ezio Sordini, la cui concessione fu definitivamente regolamentata dal decreto emanato dal ministro Razza il 13 maggio 1935 che accordava una durata trentennale. In dettaglio il provvedimento stabiliva in diritto di derivare dal fiume Menotre, in località Serrone, la portata massima di circa 1 m3/s con un salto utile di 12,50 m per produrre 150 kW da utilizzarsi nel vicino stabilimento. La maggior parte della produzione era destinata alla Stamperia Reale di Roma, dunque il principale cliente rimase lo Stato, per il quale fabbricava carta valori (1948-1952) e carta da bollo, prodotta dal 1929 al 1943. Alla fine degli anni Trenta gli operai oscillavano tra i 40 a 60 mentre il processo produttiva passava attraverso numerose fasi e reparti: stracceria (cernita degli stracci); lisciviazione (bollitura), sfilacciatura (triturazione e decolorazione); celle di decantazione e di riposo (scolatura); raffinatori (triturazione). Il semilavorato passava quindi alla macchina in piano, dove il foglio prendeva forma, era essiccato ed infine tagliato ed imballato. Nel 1975 furono smantellati i macchinari originari e pose in opera nuove strutture in cemento armato per sostenere il peso di quelli nuovi e l’attività produttiva è proseguita fino all’inizio del 2011 quando la cartiera è stata venduta e gli impianti completamente smantellati. L’attuale proprietà Emcquadro S.r.l è intenzionata a valorizzare il sito mettendo a disposizione l’ex portineria trasformandola in un infopoint, per la villa padronale è previsto un futuro ricettivo, mentre gli ex-reparti diverranno un museo destinato a turisti e studenti, per raccontare come avveniva la produzione della carta. Pale grazie alla bellezza delle cascate del Menotre ha una potenzialità turistica molto elevata e chissà che una volta tanto le testimonianze del lavoro e dell’archeologia industriale non siano messe al servizio della fruizione di uno  splendido paesaggio, piuttosto che essere distrutte per le solite speculazioni di cui sono oggetto questi siti in Italia.

La Cariera Sordini, oggi
La Cartiera Sordini con la piccola centrale idroelettrica, oggi.
Opera di presa
Opera di presa.
Sfioratore dell'opera di presa sul Menotre
Sfioratore dell’opera di presa sul Menotre
Vista esterna dei reparti
Vista esterna dei reparti
La via interna ai reparti
La via interna ai reparti
L'ingresso
L’ingresso
Edifici di servizio
Edifici di servizio
Un reparto
Un reparto
Condividi: