La Centrale Idroelettrica Spalla operava in serie all’ acquedotto di Scillato a valle delle tre centrali idroelettriche della Società Russo site in territorio di Collesano. Sorge accanto alla casa dell’acquedotto e serviva le utenze del vicino abitato di Cerda aumentando il carico elettrico di una centrale elettrica termica operante in detta cittadina. Le operazioni di parallelo erano comandate a distanza impartendo gli ordini per via telefonica agli operatori. La turbina installata è una Francis in camera libera della ditta Moncalvi&CO di Pavia, portata max turbinabile 720 l/s su un salto netto di 6,5 m. Sull’asse della turbina è calettato un volano necessario ad aumentare l’inerzia delle parti rotanti, una puleggia necessaria a trasferire il moto di rotazione all’asse di un generatore, oggi non più visibile poichè fu in seguito preferita l’ installazione coassiale al fine di risolvere problemi di rottura della cinghia e l’azione sul tendi-cinghia. Come accennato, è presente un generatore sincrono della ditta Marelli da 50 kVA . Presente anche un regolatore tachimetrico che tramite dei cinematismi agisce sulle palette del distributore della portata alla girante in funzione della richiesta di carico elettrico da parte dell’ utenza. La strumentazione di comando, controllo e misura delle grandezze elettriche, è installata su un quadro in marmo presente nella sala attigua alla sala macchine. Sulle pareti sono visibili le mensole con gli isolatori in ceramica per i conduttori in rame nudo. All’esterno dell’edificio è ancora ben visibile l’uscita della linea trifase. L’edificio versa in un precario stato di conservazione.

[youtube width=”853″ height=”480″]https://www.youtube.com/watch?v=c9x-sG5SOXg&app=desktop[/youtube]