LA BANCA D’ITALIA E IL CONSORZIO SIDERURGICO. FONTI PER LA STORIA DELLA SIDERURGIA IN ETÀ GIOLITTIANA NELLE CARTE DELL’ARCHIVIO DELLA BANCA D’ITALIA

di Isabella Cerioni

Sommario

Con questo lavoro ci si propone di rileggere, attraverso i documenti conservati nell’Archivio storico della Banca d’Italia, la vicenda del Consorzio Siderurgico o Consorzio Ilva che si svolse tra il 1907 e il 1916. Dopo un rapido esame della situazione delle industrie siderurgiche negli anni precedenti al manifestarsi della crisi, si ripercorrono tutti i passaggi di una lunga e complessa trattativa, che vide Bonaldo Stringher nella veste di protagonista, alcui termine furono sottoscritte due convenzioni, una industriale e l’altra finanziaria. L’analisi della vicenda evidenzia l’apporto rilevante della Banca d’Italia in una operazione che ebbe ripercussioni ad ampio spettro, finanziarie ma anche industriali e politiche. Nelle appendicisi presentano una nota sulle fonti archivistiche e un elenco, in ordine cronologico, dei documenti più significativi fra quelli citati.

Scarica il paper completo in formato PDF

Condividi: