Home » Approfondimenti » Opere civili » Lo stabilimento dell’acqua minerale del Lecinetto e il Nera

Lo stabilimento dell’acqua minerale del Lecinetto e il Nera

da MISCELLANEA STORICA NARNESE compilata per Giovanni March. Eroli, socio dell’Istituto di Corrispondenza Archeologica di Roma e di altre accademie.

Fasc. I, del Vol. II.

Anno 1862

ARTICOLO V.

Quadro Analitico-Quantitativo

di tutti i principi solidi, liquidi e gassosi costituenti una libbra dell’ acqua minerale salina di Narni detta della Carestia.

Solfato di soda (92) grani 1,694

Solfato di calce (71) a 2,250

Nitrato di soda (96) » 1,300

Cloruro di sodio (95) » 5,098

Cloruro di magnesio (94) » 1,394

Cloruro di calcio (93) …….. » 0,707

Bicarbonato di protossido di ferro (72) … » 0,180

Bi-carbonato di calce (73) » 6,975

Bi-carbonato di magnesia (74) » 0,674

 

Acido silicico con traccie di materia pseudo-or-

 

ganica (70) » 0,120

 

 

Acido carbonico libero (78) » 0,84T

Ossigeno (81) » 0,041

Nitrogeno o Azoto (82) » 0,108

Perdita (100 Nota) » 0,058

Somma dei princìpi solidi e gassosi sciolti

neh” acqua grani 21,446

Acqua pura » 6890,554

Formano d’ acqua della Carestia libbra una

ossia gr. 69ia,000

 

sezione 11.

Cenni intorno alle acque delle del Lecinetto, di Recentino e del Solfo

o Solfare».

ACQUA DEL LECINETTO

102. Il suo sapore è amarognolo e insieme leggermente addetto. Il suo peso specifico è 1,0029 un poco minore cioè di quello dell’ acqua della Carestia: e più di questa svolge bolle gassose alla sua sorgente. II gas che somministra l’acqua in virtù del riscaldamento è un poco maggiore di quello che somministra l’ acqua della Carestia; giacchè è un quinto del suo volume, mentre quello era un sesto. Di questa frazione un quinto di volume, settantanove centesimi sono di acido carbonico, sei centesimi sono di ossigeno, e quindici centesimi di nitrogeno , dal che risulta che 1′ acido carbonico e 1″ ossigeno sono in dose un poco maggiore di quella che è nell’ acqua della Carestia, lo che venne pure confermato dal trattamento dell’ acqua con V acqua di calce, e con il solfato di protossido di ferro.

103. Il secco residuo tratto da una libbra dell” acqua dell’ elee fu di grani 13, cioè 5 grani di meno di quello della Carestia: ma il rapporto tra la materia solubile nell’ acqua alcoolizzata e la non solubile fu quasi il medesimo.

101. Assoggettata poi l’ acqua agli stessi reagenti che furono adoperati per l’ acqua della Carestia, si ebbero i medesimi risultati.

 

ACQUA DI RECENTINO

105. Il suo peso specifico è 1,0031, è cioè intermedio fra quello dell’ acqua della Carestia e di quella del Lecinelto. Il suo sapore somiglia quello dell’ acqua della Carestia, svolge minor numero di bolle; ed in fatti non lascia svolgere col riscaldamento che la nona parte del suo volume di gas, di cui la sola metà, cioè un diciottesimo solo, ossia sei centottesimi del volume dell’ acqua è acido carbonico, un centottesimo del volume dell’ acqua è l’ ossigeno, e il nitrogeno è cinque centottesimi : la scarsezza poi dell’ ossigeno fu pure annunziata dal trattamento dell’ aequa col solfato di protossido di ferro.

106. Il secco residuo tratto da una libbra di acqua fu di grani 18 e mezzo, superò cioè di mezzo grano quello dell’ acqua della Carestia, e la materia solubile nell’ acqua alcoolizzata fu di un grano di più.

107. Assoggettata agli stessi reagenti dètte consimili risultati, se non che il nitrato di barite dètte un precipitato un poco minore ed un poco maggiore il nitrato d’ argento, per lo che sembra questa scarsegr giar più di solfati e abbondar di cloruri rispetto all’ acqua della Carestia.







Controlla anche

Opera di presa Collestatte01

Opera di presa della centrale di Collestatte

La centrale di Collestatte fu realizzata nel 1899 all’interno dello stabilimento della Società Carburo e …