Nel 1900 la Società Italo-Belga per l’Industria degli Zuccheri, con sede legale in Bruxelles e in Roma, edificò sulla sponda del fiume Topino, nella zona sud ovest di Foligno uno stabilimento, collegato alla stazione da un raccordo ferroviario. Nel 1903 l’azienda trasforma la sua ragione sociale in Società Romana per la Fabbricazione dello Zucchero. La costruzione dell’opificio, avviata l’11 novembre 1899, sarà terminata nel giugno successivo, secondo il progetto di G. Aimond, ingegnere capo della Societé Anonime des Ateliers de Construction di J. J. Gilain, la ditta belga Gilain Tirlemount realizzò il macchinario. L’industria si sviluppava su una superficie di circa tre ettari.

Scarica il Pdf

La distruzione:

Immagini storiche: