Alla fine degli anni Cinquanta, l’azienda elettrica Municipale di Milano (AEM) iniziò la costruzione di una diga a speroni allo scopo di formare un bacino della capacità di 1.000.255 metri cubi d’acqua allo scopo di alimentare la centrale idroelettrica di Grosio, realizzata a 1.165 metri sul livello del mare, in Val Grisone. La costruzione della condotta forzata fu affidata alla Società Terni e l’interessante filmato d’epoca testimonia dettagliatamente oltre all’andamento dei lavori della diga, la fusione dei 184 segmenti che compongono la tubazione metallica presso le officine di Terni (Carpenteria e Condotte Forzate), che ha uno sviluppo di 960 m ed è in grado di portare a valle 40 metri cubi d’acqua al secondo, che alimentano i gruppi generatori. La Centrale di Grosio entrò in servizio nel 1960, con due gruppi da 110 MW, portati a tre nel 1964 e poi a quattro nel 2002, per una potenza complessiva di 428 MW.

Diga Valgrosina in costruzione

Diga Valgrosina in costruzione

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=MZAyJcI1HsQ[/youtube]