Home » Approfondimenti » La diga di Scandarello, Amatrice (RI)
"LA MAESTOSA DIGA DI SCANDARELLO"
"LA MAESTOSA DIGA DI SCANDARELLO"

La diga di Scandarello, Amatrice (RI)

I lavori per la realizzazione del bacino di Scandarello, nei pressi di Amatrice (RI), iniziarono nel 1918 per iniziativa dell’Unione Esercizi Elettrici (UNES), costituita a Roma l’11 febbraio 1905, con la finalità di produrre e distribuire energia elettrica. In seguito l’azienda passò sotto il controllo dell’IRI e nel 1939 venne ceduta alla Società Meridionale di Elettricità di Napoli per poi passare definitivamente all’ENEL nel 1962. L’opera fu realizzata a partire dal 1918 in base al progetto redatto un anno prima dall’ingegner Angelo Omodeo, che proprio in quel periodo si stava occupando della costruzione della centrale di Marmore per conto della Società degli Alti Forni Acciaierie e Fonderie di Terni. La diga, a gravità ordinaria in calcestruzzo, entrò in servizio nel 1924 ed intercetta il corso del torrente Scandarello, affluente del fiume Tronto, permettendo la creazione dell’omonimo lago con una superficie di circa un km2 ed una profondità di circa 40 m. Lo sbarramento ha un’altezza di 44 m, il coronamento misura 200 m, mentre all’interno, oltre al cunicolo a livello del piano di campagna, ci sono altri due passaggi interni, uniti da una coppia di gallerie che attraversano la diga trasversalmente. La centrale, che ha una potenza di 2,5 MW, si trova alla base della diga ed era inizialmente dotata di un solo gruppo idroelettrico, poi nel 1944 fu potenziata mediante l’installazione di una seconda macchina, fu danneggiata durante la seconda guerra mondiale dall’esercito tedesco in ritirata che minò anche lo sbarramento diga, ma fortunatamente le cariche non esplosero. La condotta forzata che alimenta l’officina idroelettrica ha un diametro di 1,80 m, lunga 32 m, alimenta la sala macchine con una portata a regime 8 m3/s le due turbine tipo Francis ad asse orizzontale costruite dalla De Pretto nel 1951, mentre gli alternatori OCREN, sviluppano la potenza di 1850 kVA a 600 giri/min. Recentemente, utilizzando i 250 l/s del deflusso minino vitale erogati dalla valvola dello scarico di fondo, è stato realizzato un impianto mini-idroelettrico che può sviluppare 100 kW, pari al fabbisogno di 220 famiglie.

LAGO SCANDARELLO E FRAZIONE CONCA
LAGO SCANDARELLO E FRAZIONE CONCA

 

AMATRICE 955M - LAGO DI SCANDARELLO
AMATRICE 955M – LAGO DI SCANDARELLO

 

DIGA SUL LAGO DI SCANDARELLO
DIGA SUL LAGO DI SCANDARELLO

 

LAGO SCANDARELLO - LA DIGA
LAGO SCANDARELLO – LA DIGA

 

CENTRALE DI SCANDARELLO
CENTRALE DI SCANDARELLO

 

LAGO DI SCANDARELLO
LAGO DI SCANDARELLO

 

DIGA DI SCANDARELLO
DIGA DI SCANDARELLO

 

AMATRICE LAGO DI SCANDARELLO - LA DIGA
AMATRICE LAGO DI SCANDARELLO – LA DIGA

 

AMATRICE - LAGO DI SCANDARELLO
AMATRICE – LAGO DI SCANDARELLO