Home » Eventi » Iniziative » I Luoghi del Cuore FAI 2012: votiamo per il ponte diga del canale Nerino
immagine

I Luoghi del Cuore FAI 2012: votiamo per il ponte diga del canale Nerino

immagine

In occasione dei LUOGHI DEL CUORE 2012, iniziativa promossa dal FAI, invitiamo tutti coloro che hanno a cuore la storia della nostra città a votare per il PONTE DIGA DEL CANALE NERINO, specificando nel modulo la categoria di appartenza “archeologia industriale”.

http://www.iluoghidelcuore.it/ponte-diga-del-canale-nerino

Abbiamo più volte trattato di questa fondamentale opera, nata più di cento anni fa:

Costruita tra il 1875 ed il 1879 su iniziativa del Comune di Terni, questa fondamentale opera idraulica contribuì ad elevare Terni dallo status di piccolo centro di provincia a quello di importante città, favorendo l’insediamento di opifici privati e statali.

Attraverso varie derivazioni secondarie, il Canale Nerino forniva l’acqua per uso industriale e alimentava le centrali idroelettriche dello Jutificio Centurini, della Fabbrica d’Armi, del Lanificio e della Fonderia.

Nel 1950 con l’entrata in funzione della centrale di Monte Argento il canale fu dismesso, quindi agli inizi degli Anni Sessanta con la costruzione dello stabilimento Terninoss l’alveo fu interrato.

Dell’opera rimangono oggi lo sbarramento costituito dal ponte diga cui è dedicato il filmato, lo scaricatoio e l’imbocco del canale, oltre a l’impianto di arrivo presso l’area del Lanificio.

Controlla anche

Proposta di realizzazione del parco del Canale Nerino e della conservatoria degli archivi storici aziendali

Stampa

Lanificio Gruber e Canale Nerino saccheggiati delle memorie più belle rimaste. I nuovi Lanzichenecchi indisturbati.

Il saccheggio nell’area dell’ex Lanificio Gruber è ormai arrivato a livelli di irreparabilità. I soliti …

2012-11-22 Messaggero

Canale Nerino continua la razzia

Da Il Messaggero del 21/11/2012, p. 44. Articolo di Sergio Capotosti. Stampa

LanificioGruber

I vandali ancora all’attacco del patrimonio di archeologia industriale. Stavolta tocca al Canale Nerino

Un nostro concittadino, alla ricerca di un vecchio amico che coltivava un piccolo orto all’interno …