Home | Approfondimenti | Energia elettrica | Cesare Bazzani e la centrale di Galleto
GALLETO1

Cesare Bazzani e la centrale di Galleto

Il progetto originario dell’Architetto Cesare Bazzani, come si vede dal disegno riprodotto nella cartolina d’epoca, prevedeva la costruzione di 12 campate con una ampiezza di 10 metri, tranne la prima e l’ultima con dimensione di 11 metri. La necessità di costruire nuovi bacini e gli elevati costi spinsero la Società Terni a costruire solo metà dell’impianto (prime sette campate) installandovi metà degli 8 gruppi idroelettrici Francis da 40.000 kW previsti in origine. Per quanto concerne le opere idrauliche i progettisti optarono per portare a compimento l’intera opera, facilitando così il compito dell’Enel che attuò il raddoppio dell’impianto nel 1970-73 con la centrale di Monte Sant’Angelo. La necessità di ridurre almeno visivamente l’impatto ambientale e mutate concezioni architettoniche determinarono la costruzione di un edificio puramente funzionale e non di un vero e proprio tempio per celebrare l’energia quale è la centrale di Galleto.

GALLETO1

GALLETO2

Controlla anche

Ponte in ferro sul Nera per la condotta forzata

L’officina idroelettrica che portò la luce a Terni

L’articolo, pubblicato sull’edizione umbra del quotidiano IL MESSAGGERO del 18/04/2017, delinea la progettazione e costruzione …

Centrale idroelettrica Netti di Sugano (Orvieto)

La centrale idroelettrica di Sugano (Orvieto, TR)

Il 3 aprile 1895 fu stipulato il contratto fra il Comune di Orvieto e Aldobrando Netti, uno …

Edificio della centrale

Centrale idroelettrica “di Filiberto”, Castellana Sicula (PA)

Era il più moderno impianto idroelettrico delle Alte Madonie quando la nazionalizzazione del settore ne …

Impianti idroelettrici sul Vomano - Soc. Terni

Mostra documentaria sulla Centrale idroelettrica di San Giacomo, Montorio al Vomano (TE)

Una mostra documentario presso l’Archivio di Stato di Teramo dedicata alla Centrale idroelettrica di San …