Home » Monografie » Storia » Aristide Merloni. Etica e impresa

Aristide Merloni. Etica e impresa

 

L’inizio di Aristide nel mondo dell’impresa fu nel 1919 come disegnatore in uno stabilimento di Pinerolo, il suo stipendio fu di 250 lire al mese, in dieci anni divenne direttore generale di questa azienda. Anche dopo il suo trasferimento in Piemonte mantenne la sua adesione al Partito Popolare. Il mondo dell’impresa certamente piacque ad Aristide, che nel 1930 tornò nella sua terra per fondare un’azienda, in una terra che allora era di emigrazione, un territorio molto difficile per iniziare questa avventura.

 

Scarica Pdf