Home » Notizie » 2013 » 6a Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate: Spoleto-Norcia, la ferrovia “svizzera”
StazioneSpoletoNorcia

6a Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate: Spoleto-Norcia, la ferrovia “svizzera”

Iniziativa a cura di Umbria TPL e Mobilità SpA e del GRAF – Gruppo Romano Amici della Ferrovia

StazioneSpoletoNorcia

In occasione della VI Giornata delle Ferrovie Dimenticate, Domenica 3 Marzo, viene proposta, in collaborazione con Umbria Mobilità una domenica interamente dedicata alla ex ferrovia Spoleto – Norcia, chiusa nel 1968, che metteva in collegamento la trasversale Roma – Ancona con la Valnerina, superando i contrafforti appenninici con vertiginosi tratti elicoidali e arditi ponti e gallerie. La ferrovia proseguiva per la stazione di Serravalle, nella Gola del Corno, che permetteva ai pellegrini di raggiungere il Santuario di Cascia e terminava nella piana di Norcia con una stazione appena sotto la cittadina unita alla ferrovia da uno splendido viale alberato.

La mattina è previsto il trasferimento tramite utilizzo di Autobus da parte dell’Umbria Mobilità a Caprareccia.

La partenza è dalla Stazione di Caprareccia al km 8 della ferrovia, con una breve visita alla Galleria più lunga del percorso (Galleria Caprareccia), in tutto circa 9 km, in discesa-pianura. La sosta è prevista all’altezza del km 2 e 500 della ferrovia, all’altezza del ristorante Osteria del Trenino alle ore 13.00-13.30.

Il pranzo verrà effettuato, soltanto per coloro che aderiranno, presso il Ristorante suddetto che presenta un salone completamente arredato con materiale proveniente dalle carrozze smantellate della ferrovia, filmati storici e servizi attuali sul recupero della ferrovia.

Offerte del ristorante:

Proposta 1:

Piatto unico tipico : salumi umbri, bruschettine, crostone con salsiccia sul fuoco, frittata contadina e pizze rustiche Acqua e Vino della casa inclusi * € 10,00

Proposta 2:

Strangozzi fatti in casa con sughetto alla Spoletina ***Braciola cotta sui carboni*contorno***Dolce a sorpresa*Acqua e Vini della casa inclusi * € 20,00

Hotel Ristorante La Macchia Loc. Licina 11 – 06049 Spoleto (PG) Tel +39.0743.49059 – Fax +39.0743.201351 Email: info@albergolamacchia.it Web: www.albergolamacchia.it

Alle ore 15.30 si riprende il percorso in discesa della ferrovia verso Spoleto e si raggiunge il museo. n.b. Per le prime 10 prenotazioni per chi optasse per pranzo alla carta, l’Osteria del Trenino mette a disposizione l’arrivo al Museo con carrozza a cavallo (prenotazioni entro il 28.02.13).

Il pomeriggio, alle ore 16.30, è prevista la visita guidata al Museo della ex ferrovia allestito presso la vecchia stazione di Spoleto completamente restaurata, all’interno al box info è presente in vendita anche il seguente materiale editoriale quali il volume “Strade di carta, di ferro, di terra…” (pp 420, Ed. SSIT) e il DVD “C’era una volta un trenino azzurro” ( 23′, Ed. SSIT) e il volume “Le ferrovie della meraviglia”.

Orario:

Appuntamento: Domenica 3 Marzo alle ore 9.30 presso il centro commerciale Conad situato a poche centinaia di metri dopo l’uscita Spoleto Nord della Flaminia; (Si raccomanda la puntualità )

Lunghezza dell’escursione mattutina circa km 9 su terreno facile con pendenze ferroviarie.

E’ consigliato abbigliamento comodo e sportivo con scarpe adatte ad una escursione, per il breve accesso alla galleria è necessario dotarsi di torcia elettrica. Alle ore 18.00/18,30 terminerà l’iniziativa.

Informazioni e prenotazioni (dal 1° febbraio al 1° marzo): Per info ulteriori sulla ferrovia: paolo.capocci@umbriamobilita.it (Resp.lavori e recupero), l.fasciglione@alice.it (Resp.Museo ferrovia FSN).

Controlla anche

Porrettana

Archeologia industriale lungo la Porrettana

DOPOLAVORO  FERROVIARIO  DI  BOLOGNA VIA STALINGRADO N. 12 DOMENICA 27 MAGGIO ORE 14,30 VIDEOPROIEZIONE SUL TEMA: ARCHEOLOGIA  …

Video: Museo della ferrovia Spoleto-Norcia

  Stampa

Ferrovia Spoleto-Norcia: video a colori

Prima parte Seconda parte Stampa

Spoleto Norcia06

Museo della ferrovia Spoleto-Norcia

L’autore ringrazia il responsabile del museo, sig. Luigi Fasciglione, per la cortese disponibilità. L’edificio della …